Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for marzo 2012

 

“Ogni vita è un tempio consacrato a Dio”.

All’avvicinarsi della Pasqua, queste parole risuonano cariche di profezia.

Non adottare con Dio la legge scadente della compravendita

di favori, dove tu dai qualcosa a Dio (…) perchè

Lui dia qualcosa a te.

Se facciamo così, se crediamo di coinvolgere Dio in questo

mercanteggiare, siamo solo dei cambiamonete che vivono fuori dal tempio.

Dio non si compra neanche al prezzo di una moneta

più pura o più preziosa, perchè è il Dio di tutti, e vive in tutti.

Noi riceviamo  da Lui la salvezza per entrare nella vita eterna,

casa di Dio è l’uomo, per questo

non dobbiamo pensare di fare mercato della vita.

Le leggi dell’economia possono solamente immiserire l’umanità

perchè spesso sono assoggettate alla vendita della dignità e

della libertà. Il denaro, si camuffa come il bene più prezioso,

nel quale la nuova etica sostiene

che esso solo può darci la felicità.

L’esistenza dell’uomo invece non può essere sottomessa alla

legge della ricchezza, ne ad altre leggi: quella del più forte

del più astuto, del più violento. Sono leggi sbagliate che stanno

dentro la vita come le pecore e i buoi dentro il tempio di Gerusalemme,

la sporcano e la profanano.

Queste devono vivere fuori dalla casa di Dio che è il cuore dell’uomo.

Non dobbiamo attaccare il cuore a ciò che non dura per l’eternità.

Casa di Dio è ogni vita, tempio fragile, bellissimo prezioso ed infinito,

nessuna vita neppure la più insignificante, può essere sminuita,

perchè non c’è niente che abbia più valore della stessa vita.


Read Full Post »

O chiunque tu sia, che nel mare di questo mondo ti senti piuttosto sballottare

tra procelle e tempeste che camminare sulla terra,

non distogliere gli occhi dal fulgore di questa stella

se non vuoi essere sommerso dai flutti.

Se insorgono i venti delle tentazioni,

se urti negli scogli delle tribolazioni,

guarda alla stella, invoca Maria.

Se turbato dal pensiero della gravità delle tue colpe,

confuso dal deplorevole stato della tua coscienza,

atterrito dalla severità del giudizio, tu stia per farti

dominare dalla tristezza e cadere nell’abisso della disperazione,

pensa a Maria.

Nei pericoli, nelle angustie, nei dubbi, pensa a Maria,

invoca Maria.

Seguendo Lei , non devierai, invocandola non ti dispererai,

pensando a Lei non peccherai, tenendoti stretto a Lei non cadrai.

Se l’avrai come protettrice, non avrai di che temere,

sotto la Sua guida ti sarà lieve ogni fatica

e avendola propizia, perverrai facilmente alla patria beata.

Read Full Post »