Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for febbraio 2014

1935829-l-39-equilibrio-tra-il-bene-e-il-male Solo chi ha come universo una scatola si sente superiore di qualcuno o qualcun’altro.

E’ ovvio che non esiste causa senza effetto, né
effetto senza causa. Qualsiasi atto della nostra vita ,positivo o
negativo,ha le sue conseguenze , questa è la regola.

La legge della fisica governa tutto il creato. Ogni causa si trasforma in effetto e ogni effetto si trasforma in causa.Una sorta di legge della compensazione: tutto quello che si fa, si deve pagare,perché non esiste causa senza effetto, ne  effetto senza causa.

Se ci è stata data la libertà, il famoso libero arbitrio e possiamo fare
quello che vogliamo , è però altrettanto chiaro che dobbiamo
rispondere davanti a Dio di tutte le nostre azioni.

La legge dell’Azione e delle Conseguenze di questa, governa il corso della
nostra esistenza perché è in essa che trova fondamento la giustizia.
Noi ci condanniamo o ci assolviamo da soli, perché la nostra coscienza applica il primo grado di giustizia.

Se avremo seminato il male, con il male ci ciberemo, ma non solo come castigo, bensì come riabilitazione per conseguire la salvezza.

Il male fatto deve essere lavato su se stessi, solo così si potrà ottenere la grazia del perdono da Colui che ha riaperto le porte del cielo all’umanità.

Oggi sembra che il male abbia la meglio, perché tante sono le piaghe di dolore che infettano il mondo, ma se noi accettiamo il male come medicina, da questo stesso male noi guariremo. E allora ecco il miracolo:

Dio si fa uomo  e accetta la croce per salvare tutti i suoi figli. Il male è necessario per riportarci sulla via del bene;  mentre il bene è necessario per neutralizzare la potenza del male. Potremmo già vivere il Paradiso se:

pensare

Read Full Post »