Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘L’Eucarestia.’ Category

 

Pane di vita(Dalla prima lettera di Pietro)

Voi, lo amate pur senza averlo visto; e ora senza vederlo credete in lui.

Mentre con il cuore si ama e con le labbra si invoca il Santo nome del Signore,

la nostra razionalità chiede continue conferme per poter

credere alla reale presenza di Dio in quel piccolo

pezzo di pane che ci viene offerto alla mensa Eucaristica.

Eppure non sono gli occhi che contemplano quella luce Divina nascosta

nella nostra anima, di cui  Dio ne è l’artefice.

La stessa ragione non può nè comprenderlo, ne contenerlo,

poichè in tutto noi siamo limitati e non sufficientemente capaci

 a  includere la Divinità che alberga in ogni creatura.

Il Signore si nasconde all’occhio umano per rivelarsi al cuore, che

solo può sopportare la Sua immensa grandezza.

Ti adoro mio Signore, in quel pezzetto di Pane che mi nutre e mi sostiene,

perchè possa anch’io divenire parte di Te e farmi cibo per l’altro.

Annunci

Read Full Post »

 chiese%20(10)

NORMATIVA ECCLESIASTICA

L’addobbo floreale deve essere rispettoso dell’arte della Chiesa;

una bella decorazione floreale infatti, non deve eclissare l’essenziale,

ovvero i poli celebrativi, poichè i fiori hanno il compito di valorizzarli

e dare loro significato senza nasconderli.

Oltre che in relazione agli elementi della celebrazione,

i fiori possono essere messi davanti al Tabernacolo,

sul portale principale e davanti all’immagine della Madonna.

ALTARE

L’Altare è punto di unità e fonte di grazia, perchè l’Altare

è Cristo  e per questo è oggetto di venerazione

attraverso molti segni quali: l’inchino, il bacio, l’incensazione, l’omaggio floreale.

L’ornamento dei fiori sia sempre ,però, misurato e

piuttosto che sopra la mensa dell’Altare ,si dispongano i fiori

attorno ad esso.

Gli Altari, anche nelle maggiori solennità, non devono mai

essere trasformati in serre.

 mensa%201jpg

Questa è una tipica Mensa Eucaristica Neocatecumenale.

Lo scempio della Sacralità!

450px-Abbazia_di_Sant%27Antimo_-_23_-_Il_crocifisso_dell%27altare_maggiore

Questo Altare di una Chiesa Abbaziale, rende onore ,rispetto, gloria

e lode al Cristo Gesù! L’Altare è Cristo!

Dominus Vobiscum

Read Full Post »

CORPUS DOMINI

eucharistWallpaper1024O  inestimabile carità, come tu donasti a noi  te stesso,

tutto Dio e tutto uomo nell’Incarnazione,

così ugualmente ti lasciasti a noi in cibo,

affinchè siamo pellegrini sulla terra,

non veniamo meno per la stanchezza, ma

siamo fortificati da Te cibo Celestiale.

Dio essenza Divina. Chi ti ha costretto?

Null’altro se non la tua carità,

perché Tu sei pazzo d’amore.

S Caterina da Siena.

Read Full Post »

IL peccato è stato pagato con il salario della morte!

Tu Signore hai ridato la dignità all’uomo restituendogli la vita, ma

l’uomo non ha compreso il grande dono elargitogli.

La vita ha vinto sulla morte e regnerà per sempre se resteremo

uniti a Te.

Per Cristo- Con Cristo- In Cristo  a Te Dio Padre Onnipotente ogni onore e Gloria

per tutti i secoli.

Read Full Post »

Quali sono i requisiti che determinano tale attribuzione?

Vengono alla mente, come una sorta di provocazione,varie ipotesi.

Forse l’appartenere a Logge Reali?

Forse l’appartenere a casati nobiliari?

Forse l’essere belli?

Forse l’avere successo?

Forse l’essere ricchi?

Forse l’essere celebri?

Forse l’essere potenti?

Niente di tutto questo! Anche se il mondo lo Adora e se ne Adorna.

Vediamo ancora ……

Potrebbe essere l’intelligenza?

O la scaltrezza ?

O la Scienza ineguagliabile?

O la Cultura indefettibile?

No! Siamo sempre molto lontano dalla verità.

Questi sono semplicemente degli attributi che non vanno scambiati nè sostituiti

al concetto reale di “Valore”, poichè non sono in grado di rendere giustizia alla

verità, nè di stimarne il giusto merito.

Ma allora, dove potremmo trovare la risposta?

Il valore dell’uomo non mendica la nostra carità, infarcita di stucchevole vanagloria e tornaconto

personale, bensì invoca il riconoscimento del proprio pregio, attraverso la giustizia di Dio!

“L’UOMO VALE D’AVANTI A DIO! QUESTO E’ IL SUO VALORE E NON DI PIU’!

Read Full Post »

Vivere la comunione, significa lasciare la dimensione unitaria per entrare in quella unitiva.

Tale dimensione non è raggiungibile se non attraverso il sacrificio di Cristo Signore, il quale,

offrendo se stesso riconcilia a se tutte le creature trasformando ogni gioia e ogni dolore del mondo

in condivisione di comunione.

Ecco perchè e necessario vivere in uno stato di grazia per poter partecipare pienamente alla redenzione

offertaci da Dio Padre, attraverso il sacrificio del Figlio.

Il peccato impedisce questa salvezza e a chi si accosta al Sacrificio senza parteciparvi, viene tolta la grazia

e mangia e beve la sua condanna.

Read Full Post »

Hello world!

Welcome to WordPress.com. This is your first post. Edit or delete it and start blogging!

Read Full Post »